Remunerazioni

Il compenso degli amministratori è determinato dall’assemblea, mentre la remunerazione del Presidente e dell’Amministratore delegato, nonché dei componenti i vari Comitati istituiti in seno al Consiglio di Amministrazione è determinata dal Consiglio di Amministrazione, su proposta del Comitato per la Remunerazione, sentito il parere del Collegio Sindacale.



Il compenso spettante agli attuali amministratori è stato stabilito dall’assemblea di nomina del 22 marzo 2016, che ha previsto un compenso annuo fisso per ciascun amministratore ed un gettone di presenza per ciascuna riunione alla quale lo stesso intervenga. La remunerazione degli amministratori investiti di particolari cariche e di quelli facenti parte dei Comitati istituiti in seno al Consiglio è fissata dal Consiglio di Amministrazione.



Al Presidente, oltre al compenso come amministratore, spetta un compenso monetario articolato esclusivamente in una sola componente fissa.

All’Amministratore delegato spetta invece, oltre al compenso come amministratore, un compenso composto da una parte fissa e da una parte variabile legata al raggiungimento di obiettivi predefiniti e misurabili assegnati dal Consiglio di Amministrazione previo parere del Comitato per la Remunerazione, sentito il Collegio Sindacale.



La Società ha identificato nove dirigenti con responsabilità strategiche.

Il compenso dei sindaci è determinato dall'assemblea all'atto della nomina. Il compenso del Collegio Sindacale in carica è stato determinato dall'assemblea del 30 marzo 2017, che ha previsto un compenso annuo fisso per il Presidente (euro 75.000) e per ciascun sindaco effettivo (euro 50.000).