STORIE DI ENERGIA E INNOVAZIONE.

Che aria respiriamo dentro casa nostra?

Consumi | Smart home |

Che aria respiriamo dentro casa nostra?

Sentiamo frequentemente parlare di quanto sia inquinata l’aria che respiriamo in città: gas di scarico, fumi delle caldaie, smog. Ma cosa dire dell’aria che respiriamo all’interno di casa nostra? L’inquinamento indoor - ovvero l’inquinamento che si verifica all’interno degli edifici chiusi come abitazioni e uffici - è un fenomeno spesso sottovalutato. L’aria degli ambienti confinati è più inquinata di quanto siamo abituati a pensare. Le polveri sottili provenienti dall’esterno, le sostanze volatili prodotte da detersivi, vernici e mobili, il fumo delle sigarette e quello dei fornelli: sono più di 900 le sostanze inquinanti presenti nell’aria di casa

Indipendentemente dal fatto che sia causato da fattori esterni o da comportamenti nocivi messi inconsapevolmente in atto, l’inquinamento indoor rappresenta un rischio per la nostra salute. I suoi effetti sono stati analizzati da uno studio condotto dalla European Federation of Allergy and Airways Diseases Patients Associations (EFA), che ha individuato diverse tipologie di disturbi riconducibili all’inquinamento indoor: allergie, asma, aumento della sensibilità rispetto ad alcune sostanze, nonché la cosiddetta “sindrome da edificio malato”, ovvero la presenza di malesseri diffusi tra le persone che abitano o lavorano all’interno dello stesso edificio. 

Come difenderci dai danni provocati dall’inquinamento indoor? Innanzitutto, mettendo in atto una serie di piccoli accorgimenti: non fumare dentro casa o dentro l’ufficio, aerare le stanze almeno due volte al giorno, utilizzare prodotti eco-friendly per la pulizia degli interni, curare la manutenzione dell’impianto del gas e dei condizionatori, spostare stampanti, fotocopiatrici e altri strumenti in un’altra stanza, lontana dalla nostra postazione di lavoro. Un aiuto ci viene offerto anche dalla natura. Esistono molte piante utili a ripulire l’aria dagli inquinanti: la dracena, l’aloe, il giglio, il ficus. E per misurare il livello di inquinamento? A questo ci pensa Edison Netatmo, il termostato intelligente che fornisce indicazioni sulla temperatura, l'umidità e il livello di CO2 degli ambienti chiusi in tempo reale, avvisandoci quando è necessario aerare le stanze. Uno strumento utile per diminuire il livello di inquinamento indoor e farci vivere in un ambiente più sano. Dopotutto, il 90% del nostro tempo lo passiamo proprio all’interno di un luogo chiuso.